Fotografieincomune

Beauchy, Emililo

Dati anagrafici luogo e data di nascita: Siviglia - 1847 luogo e data di morte: Siviglia - 1928
Notizie storico/biografiche Emilio Beauchy Cano (Siviglia, 1847-1928) è stato un fotografo spagnolo. Le sue fotografie, molte delle quali vendute in album, diffondono l'immagine dell'Andalusia dell'ultimo quarto del XIX secolo. Figlio del fotografo francese Jules Beauchy (Julio Beauchy), ha sviluppato il suo lavoro in Andalusia, in particolare a Siviglia ed è considerato uno dei primi fotogiornalisti spagnoli. Emilio Beauchy si avvicina alla fotografia collaborando come assistente nello studio del padre, situato in via Sierpes 30 a Siviglia, nei lavori di studio e nella ripresa di vedute esterne di strade e piazze. Intorno al 1880 eredita lo studio dal padre e inizia a realizzare fotografie di Siviglia e dell'Andalusia rispondendo alla grande richiesta esistente di fotografie della Spagna, della sua gente e dei suoi monumenti. Una delle prime serie che realizza è la cosiddetta "Sevilla (Siviglia)" composta da più di 400 immagini. Tra i motivi che raccoglie, spicca il tema della corrida con ritratti di toreri e le immagini delle feste nell'arena. Luoghi simbolo e monumenti della città come la cattedrale di Siviglia, la Casa de Pilatos, il Reales Alcázares, o Triana, vengono catturati dalla sua macchina fotografica mentre partecipa alle feste popolari. Siviglia a quel tempo era una delle città più importanti della Spagna con una florida attività commerciale che fu catturata da Beauchy. Emilio Beauchy comprese il bisogno di velocità nella realizzazione di fotografie e nella conseguente immediata commercializzazione. Per questo i suoi album vennero pubblicati in diverse lingue per facilitarne la vendita, seguendo la scia di altri fotografi che lo precedettero, come J. Laurent, e, a sua volta, fu copiato dai fotografi successivi. Nei suoi album preferì assemblare stampe all'albumina e a volte prense i cliché di suo padre, facendone nuove copie. La sua fotografia più emblematica è intitolata "Café Cantante", Siviglia, 1888 circa. La fotografia raffigura un interno di un caffè di Siviglia dove prende vita uno spettacolo di musica e danza di flamenco mentre alcuni spettatori bevono. L'immagine è stata pubblicata in diversi libri di storia della fotografia ed è stata esposta in importanti mostre. Questa immagine è stata anche utilizzata dal pittore José Gutiérrez Solana come modello per la realizzazione della sua opera "Café cantante". Solana copiò quasi letteralmente l'inquadratura e molti personaggi, rileggendo la scena con il suo particolare stile tenebroso e oscurantista. Un'altra fotografia famosa di E. Beauchy è intitolata: "Nº 114. Hundimiento en la Catedral de Sevilla. Agosto 1º. / 88" è stata scattata pochi giorni dopo il crollo della cupola della cattedrale di Siviglia, che ha avuto luogo nel pomeriggio del 1 agosto 1888. Nel 1881 Emilio Beauchy appare nella guida dei fotografi di Siviglia. Nel 1888 si trasferì in via La Campana 15 e chiamerà il suo studio "Casa Beauchy". Le sue fotografie furono pubblicate su riviste come "La Ilustración Española e Americana", o "Sol y Sombra" (rivista di tori) e su giornali come "ABC" , nei suoi primi giorni. Parte delle sue fotografie sono conservate tra i fondi della Biblioteca Nacional de España , dell'Università di Siviglia, del Comune di Siviglia, Archivo España, Fototeca Hispalense e in collezioni private. Nel 1905 si ritirò dall'attività professionale, lasciando l'establishment al figlio Julio Beauchy García. Morì nel 1928 a Siviglia. I suoi discendenti mantennero parte dell'eredità fotografica della famiglia. In ogni generazione, diversi membri prendono il nome di Emilio e Julio Beauchy, ma sarà la pronipote, Ana Beauchy, a mantenere la tradizione giornalistica dei suoi antenati. L'opera di Emilio Beauchy è stata realizzata in stabilimenti fotografici situati nelle seguenti strade di Siviglia: Sierpes 30; Sierpes 16; Bell 15; Rioja 22. fonte: https://es.wikipedia.org/wiki/Emilio_Beauchy
MTL_457

Ritratto femminile - Donna spagnola con sigaretta

1880 ca. - 1900 ca.Beauchy, Emililo
DETTAGLI
Top